Quadra - Alternative Dispute Resolution

My Quadra carrello Scopri i costi di una procedura

Quadra opera dal 2003 come provider privato ADR (Alternative Dispute Resolution)
per la gestione e mediazione delle controversie e dei conflitti civili e commerciali

Quadra amministra procedure di mediazione, arbitrato ed expertise
e promuove la diffusione della cultura ADR svolgendo formazione di alto livello

expertise

Regolamento dei procedimenti di expertise QUADRA
versione 2.1 (marzo 2011)

  1. Le regole che seguono si applicano ai procedimenti ADR QUADRA nei quali una o più parti in conflitto ottengono da uno o più terzi (in seguito "L’Esperto") una descrizione, scritta e motivata (l"Expertise"), degli elementi di fatto o diritto relativi ad una determinata situazione controversa.
  2. L’Esperto può essere richiesto, da almeno una parte, in qualsiasi momento nel corso del procedimento, di formulare una raccomandazione quanto ai possibili modi di risolvere la questione controversa (la "Raccomandazione"). Qualora nel corso dello stesso procedimento l’Esperto formuli più Raccomandazioni, la più recente sostituisce quelle precedenti, per quanto nelle parti fra di esse incompatibili.
  3. Le parti possono convenire che la Raccomandazione sia vincolante per esse. In tal caso, esse sono tenute ad adeguarvisi senza indugio dal momento in cui ne ricevono comunicazione, senza pregiudizio per un eventuale separato accertamento della fondatezza della loro posizione.
  4. Laddove verifichi la disponibilità delle parti ad un procedimento di Expertise QUADRA, Tiaki s.r.l. (in seguito "QUADRA") cura innanzittutto che venga raggiunto un accordo scritto, fra tutte le parti coinvolte, l’Esperto e QUADRA stessa, sulle modalità di svolgimento dell’Expertise, sui suoi costi (comprendenti gli onorari e le spese dell’Esperto e i diritti amministrativi di QUADRA) e sul carattere vincolante o no dell’eventuale Raccomandazione.
  5. L’Esperto è nominato da QUADRA, consultate le parti, in considerazione delle conoscenze della materia oggetto della controversia. L’Esperto deve essere e rimanere per tutto il procedimento di Expertise, indipendente dalle parti e disinteressato rispetto all’esito della controversia.
  6. Le parti sono solidalmente tenute a costituire presso QUADRA un deposito, da questa determinato e modificabile in qualsiasi momento alla luce delle circostanze, a copertura dei costi di procedimento. In difetto, QUADRA può chiedere all’Esperto di sospendere la sua attività e può dare alle parti un termine ragionevole per provvedere al deposito richiesto, scaduto inutilmente il quale QUADRA può esentare l’Esperto dall’obbligo di rendere l’Expertise o le eventuali Raccomandazioni, e dichiarare chiuso il procedimento.
  7. L’Esperto determina lo svolgimento del procedimento di Expertise, curando di restare neutrale e che a tutte le parti venga offerta la possibilità di controllare lo svolgimento del procedimento e di formulare le osservazioni che ritengono pertinenti.
  8. L’Esperto può richiedere tutte le delucidazioni e la documentazione che ritiene opportune alle parti, come pure effettuare sopralluoghi e gli accertamenti.
  9. Prima di formulare qualsiasi Raccomandazione, l’Esperto ne sottopone la bozza a QUADRA per approvazione. QUADRA può prescrivere modifiche di forma al fine di evitare incertezze e contraddizioni con eventuali precedenti Raccomandazioni.
  10. Raccomandazioni ed Expertise, sono comunicate da QUADRA alle parti in originale sottoscritto dall’Esperto. Tale comunicazione esenta l’Esperto dall’obbligo di ulteriori notifica o comunicazioni.
  11. QUADRA è depositaria dell’originale dell’Expertise e può rilasciarne copia conforme alle sole parti che ne facciano richiesta.